Piante interessate: Arancio Amaro (portinnesto)

Descrizione e Sintomi:

La malattia, per la quale l’arancio amaro ha una discreta resistenza, è causata dal genere Armillaria ed è considerata come pericolosa solo perché è di difficile identificazione per due ordini di motivi: il primo è che i sintomi sono riscontrabili solo ad uno stato avanzato dell’infezione; il secondo è che sono sintomi facilmente confondibili con quelli provocati dalla Phytophthora: ingiallimento della chioma; formazione di seccume dei rami; screpolatura della corteccia con successiva necrosi; differenza sostanziale, rispetto ai danni provocati dalla Phytophthora, è, però, la mancanza di fuoriuscita di gomma dalle parti infette. Sono sintomi la presenza di funghi e relativo odore di fungo che emana il legno in prossimità delle lesioni.  

Come limitare i danni:

Risulta di vitale importanza effettuare la scollettatura del terreno in prossimità del colletto al fine di evitare ristagni di acqua ed umidità; le piante malate e quelle contigue possono essere estirpate ma non devono essere reimpiantate immediatamente: si può trattare il terreno con fungicidi o lasciare la buca aperta per circa 3 anni; evitare danni meccanici alle radici che, grazie alle ferite, possono entrare in contatto col patogeno; stimolare le piante a vegetare sempre con apporti di azoto.